Primary tabs

Newsletter June 2019

June 2019

NOVITÀ DAI PROTAGONISTI DI EUSALP

 

La "Via Francigena" di EUSALP si aggiudica la sovvenzione del Consiglio d'Europa

A seguito dell’invito a presentare proposte nell’ambito di Routes4U, sei Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa si sono aggiudicati i contributi Routes4U finalizzati all’implementazione di progetti che contribuiscano alle strategie macroregionali dell’UE: la strategia per la Regione Adriatica e Ionica (EUSAIR), la Regione Alpina (EUSALP), la Regione del Mar Baltico (EUSBSR) e la Regione del Danubio (EUSDR).  
EUSALP è rappresentata dall’Itinerario Culturale “Via Francigena” con la seguente motivazione: “L’itinerario coinvolgerà la popolazione locale nella protezione e promozione attraverso attività legate al turismo, come segnaletica e pannelli informativi”, in linea con i Gruppi d’azione 2 "Incrementare il potenziale economico dei settori strategici” e il Gruppo d’azione 6 “Preservare e valorizzare le risorse naturali, comprese quelle idriche, e quelle culturali” di EUSALP.

Qui troverete gli Itinerari Culturali vincitori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRESIDENZA ITALIANA

La presidenza italiana di EUSALP presenta il calendario degli eventi per il 2019

L’anno della Presidenza italiana  è iniziato con un primo confronto politico-istituzionale durante la cerimonia di kick off a cui hanno partecipato più di 80 autorevoli esponenti politici, alla presenza di quasi 400 persone.  
Si sono poi susseguiti i numerosi eventi in calendario, cui si sono aggiunti ulteriori momenti di confronto e di divulgazione delle tematiche della strategia su tutto il territorio.
Le prossime attività organizzate della Presidenza Italiana saranno: il 3 e il 4 Luglio 2019, presso Palazzo Lombardia a Milano, “Boostalps 2.0 Circular Economy to boost macroregional sustainable growth” sul tema dell’economia circolare; il 13 Luglio 2019 “I Violini, le voci delle Alpi”, il 21 e il 22 Settembre 2019 la" Convention dei Giovani Amministratori dell’area EUSALP", un incontro che vuole riunire tutti i giovani amministratori dei territori dell’arco alpino, il 27 Settembre 2019 la "Convention dei giovani imprenditori dell’area EUSALP".

Il calendario completo è disponibile qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

Gruppo di Azione 1

Verso un'agenda comune in materia di ricerca e innovazione e le RIS3 nelle strategie macroregionali

Il 25 giugno, AG1 organizza il workshop “RIS3 in Macro-Regional Strategies: Building A Comparative Framework To Learn From Other Regions”, un evento disponibile anche in streaming. Il workshop intende discutere quale quadro comparativo possa aiutare i decisori politici a migliorare la propria performance innovativa e quali sinergie e complementarità possano essere potenziate in seno alle Strategie Macroregionali. L’obiettivo ultimo è di focalizzare meglio le azioni future nel contesto della ricerca e dell'innovazione per la Regione Alpina. Tale evento è il risultato degli sforzi intrapresi da AG1 per promuovere sinergie tra istituzioni, università e centri di ricerca e innovazione, iniziati con il workshop Start-ups and technology transfer in innovation ecosystems in South-East Europe and the Alpine Region (Lubiana, novembre 2018), seguito dall’evento Promoting Open Innovation in the EUSALP macro-region: experiences and lessons learned from the Alpine Regions(Innsbruck, novembre 2018) e dall’incontro “How to build a successful incubator ecosystem in the Alpine Space? The power of networks” (Costanza, marzo 2019).
Questi eventi hanno sottolineato l’importanza della promozione di un’agenda comune e condivisa per la ricerca e l’innovazione e di una strategia S3 comune. SEGUITE LA DIRETTA STREAMING!

 

Gruppo di Azione 2

Studio sulla bioeconomia e iniziative di attuazione

Il nuovo “Study to Prepare a Synchronized Funding Scheme for Bioeconomy Development in the Alpine Region” (realizzato in cooperazione con il Sottogruppo Bioeconomia dell’AG2) offre una panoramica sulla priorità che le regioni dello Spazio Alpino attribuiscono alla bioeconomia nelle loro strategie S3, nonché sugli entry point per la cooperazione transnazionale. Lo studio funge da base per la predisposizione di un bando sincronizzato (Master Plan Bioeconomia) volto a rafforzare la bioeconomia lungo le catene di valore transnazionali, uno dei principali obiettivi del Sottogruppo Bioeconomia dell’AG2.
Nel 2019 si prevede l’implementazione di sei nuove iniziative di attuazione, sviluppate  all’interno dei 4 sottogruppi di AG2 (Bioeconomia, Industria digitale, Turismo sanitario e Filiera bosco-legno).
La prossima seduta del Gruppo d’azione avrà luogo il 9 e 10 luglio 2019 a Stoccarda. Qui troverete maggiori informazioni.

 

Gruppo di Azione 3

AG3 presenta i risultati del progetto TELEPAT

Durante l’evento del 23-24 Maggio a Courmayeur dedicato agli Smart Villages, il Gruppo di Azione 3 ha presentato il progetto TELEPAT, il cui obiettivo è migliorare la qualità della pubblica amministrazione della Regione del Trentino, attraverso la valorizzazione del capitale umano.
Le aree prioritarie di intervento e le azioni di sviluppo sono state identificate e raccolte nel  "Piano strategico per la pianificazione e lo sviluppo del capitale umano", nel quale sono stati individuati i seguenti assi strategici: la  valorizzazione della conciliazione tra lavoro e obiettivi personali, la riduzione dei costi, l’analisi del fenomeno dell’ “Age Management”- basato sullo studio dell’impatto dei processi di invecchiamento sulla qualità dell’esperienza lavorativa.  L’analisi di questi aspetti,  insieme all’ampliamento dell’offerta digitale rivolta ai più giovani, che intendono abbandonare il territorio, oppure che intendono farvi ritorno, ha prodotto delle soluzioni innovative per l’organizzazione del lavoro “intelligente”.
La proposta sviluppata dalla Provincia Autonoma di Trento, Leader di AG3, è quella di fornire un "software" per il lavoro degli altri AG, che ne gestiscono l'hardware. AG3 mette il sistema TELEPAT a disposizione delle altre amministrazioni pubbliche, con l'idea che TELEPAT  potrebbe essere esteso anche al settore privato.
Il progetto dimostra infatti come lo smart working non deve essere inteso solo come misura di welfare, ma come acceleratore dell’innovazione, in grado di produrre modifiche organizzative introducendo il concetto di managerialità, attraverso un percorso formativo, basato principalmente su focus group e folow up a distanza, volto creare la cultura dell’innovazione e del miglioramento.

 

Gruppo di Azione 4

EUSALP AG4: rafforzare la leadership per la mobilità nella Regione Alpina

L’ingresso della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra nel team alla guida di AG4 ha ampliato la portata della cooperazione in materia di mobilità e ha riequilibrato gli assetti spostandoli verso la porzione occidentale della Regione alpina. Tale sviluppo dà ulteriore slancio alla stesura del nuovo piano di lavoro di AG4, cui è stata rivolta grande attenzione nelle recenti riunioni tenutesi  a Bolzano nel mese di marzo e a Innsbruck nel mese di giugno.
Tra i principali obiettivi di AG4 vi sono la promozione dell’intermodalità e dell’interoperabilità nei trasporti e il sostegno al trasferimento modale dalla strada alla rotaia. A tale fine, AG4 sta esaminando le catene logistiche multimodali da e verso la Regione alpina, focalizzando la propria attenzione sul trasporto combinato e sulla gestione dei container vuoti, allo scopo di ottimizzare le catene logistiche multimodali e di ridurre l’impronta ecologica delle merci nella Regione alpina.
AG4 continua a promuovere e a partecipare alla cooperazione transregionale e interdisciplinare di rilevanza per le tematiche legate alla mobilità all’interno di EUSALP e ha pertanto co-organizzato la conferenza “Smart Villages – A common perspective through different visions”, presentando soluzioni innovative per una migliore offerta di servizi in materia di trasporti e mobilità.

 

Gruppo di Azione 5

Conferenza sugli Smart Village di AG5 a Courmayeur il 23 e 24 maggio 2019

Nel mese di maggio 2019 Courmayeur è diventata il fulcro d’Europa, grazie all’evento sugli Smart Village organizzato dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta e dal Gruppo d’azione 5, in collaborazione con i Gruppi d’azione 3, 4 e 9, nell’ambito della Presidenza italiana di EUSALP.
La conferenza ha consentito ai rappresentanti del mondo tecnico e politico di presentare soluzioni innovative volte a garantire i servizi di base e uno sviluppo economico sostenibile, affinché la popolazione alpina possa continuare a presidiare il territorio, con le stesse opportunità di chi abita in città, per contrastare la tendenza allo spopolamento dei piccoli villaggi di montagna.
Ciò che è emerso è il ruolo centrale degli Smart Village nella strategia di sviluppo dell’area alpina e l’importanza di introdurre, attraverso EUSALP, un approccio flessibile nello sviluppo locale, adottando nel contempo linee guida comuni: partecipazione civica e impegno dei rappresentanti politici. 
Grazie alla tecnologia locale e globale, innovazione e tradizione diventano complementari per creare opportunità che rispondano alle esigenze sia del territorio che della popolazione, sviluppando nuove competenze professionali e nuove opportunità, anche occupazionali, in base all’esperienza digitale.

 

Gruppo di Azione 6

Marchi territoriali nella Regione alpina - Valorizzazione dei prodotti agroalimentari regionali e locali!

Più di 80 operatori del settore agroalimentare ed esperti si sono riuniti il 13 maggio 2019 presso EURAC Research a Bolzano/Bozen (IT) in occasione del workshop internazionale “Marchi territoriali nella Regione alpina”, organizzato dal Sottogruppo 2 “Agricoltura e silvicoltura del domani” del Gruppo d’azione 6.
Il marchio territoriale è uno strumento di valorizzazione commerciale che mira a promuovere una molteplicità di prodotti legati ad uno specifico territorio. Un’organizzazione ombrello cui fanno capo i singoli produttori funge da interfaccia e coordina le attività comuni di marketing.
Il workshop ha fornito spunti sulle diverse modalità di creazione di un marchio territoriale di successo, nonché sulle condizioni quadro che favoriscono tali processi e sull’impatto che un marchio territoriale di successo ha sullo sviluppo del relativo territorio. I contributi dei manager di marchi territoriali e di esperti provenienti da ogni angolo della Regione alpina e le presentazioni di buone pratiche hanno evidenziato il potenziale di sviluppo che risiede nei marchi territoriali per una crescita locale sostenibile nel settore agroalimentare della Regione alpina. Al termine del workshop, 35 partecipanti hanno colto l’occasione per visitare due esempi concreti di marchi territoriali.

 

Gruppo di Azione 7

AG7 riunisce gli attori per una pianificazione strategica delle infrastrutture verdi

La preparazione congiunta di iniziative strategiche di attuazione per la connettività ecologica e le infrastrutture verdi (GI) è stata il filo conduttore delle attività delle ultime settimane. I membri dell’AG7 uniscono conoscenze, forze e idee al fine di predisporre proposte progettuali concrete da presentare a diversi programmi a sostegno dell’implementazione delle infrastrutture verdi (soprattutto il programma INTERREG Spazio Alpino, il programma transfrontaliero INTERREG Germania/Baviera-Austria e ARPAF II – Fondo per azioni preparatorie nella Regione alpina).
Sono stati affrontati diversi aspetti delle GI, come collegare aree urbane e semiurbane, sviluppare progetti comuni di infrastrutture verdi per i corsi d’acqua transfrontalieri, collegare i settori della silvicoltura con una produzione del legno sostenibile e così via.  Molti attori e settori riconoscono che il concetto di GI è di importanza strategica per lo sviluppo e la protezione futuri del territorio di EUSALP, confermando pertanto con vigore il mandato di AG7 sancito nella dichiarazione sulle infrastrutture alpine verdi. Mentre sono in corso le attività per una concreta attuazione delle GI e cresce la rete di membri di AG7 e di altri attori, i membri dell’AG7 stanno lavorando ai passi successivi e discutendo in modo interattivo al fine di sviluppare visione e piano di lavoro. 

 

Gruppo di Azione 8

Trasferire conoscenza in modo ludico - mostra interattiva di AG8

La sesta riunione del Gruppo d’azione 8 di EUSALP ha avuto luogo il 25 e 26 aprile 2019 in Austria, presso Schloss Seggau, nella Stiria meridionale. La mostra “Exhibition of Natural Hazard Models and Risk Communication Tools”, tenutasi il 25 aprile 2019, è stata senza dubbio il momento clou dell’incontro. Il workshop congiunto è il risultato della collaborazione tra il Gruppo d’azione 8 e la Piattaforma PLANALP, iniziativa volta a implementare un trasferimento di conoscenza e uno scambio di buone pratiche in materia di riduzione del rischio da catastrofi naturali e di adattamento ai cambiamenti climatici a livello locale.  L’iniziativa non era rivolta solo alle generazioni più giovani, ma anche a molteplici soggetti come insegnanti e rappresentanti dei media in grado di disseminare le conoscenze acquisite su come affrontare i pericoli naturali.
Dopo la mostra, gli esperti hanno passato al vaglio le raccomandazioni per futuri eventi e la comunicazione dei pericoli naturali. 
Le due conclusioni principali cui è giunto il dibattito sono le seguenti: 1) un workshop di tutta l’area alpina con gli insegnanti favorirebbe la messa in rete e migliorerebbe la comunicazione del rischio e il trasferimento di know-how in materia di pericoli naturali, nonché 2) uno studio sullo status quo e sui modelli in essere sarebbe utile poiché offrirebbe un quadro d’insieme dei metodi di insegnamento attualmente in uso.

 

Gruppo di Azione 9

Il Gruppo d'azione 9 presenta le microreti nelle aree rurali

Il Gruppo d’azione 9 ha partecipato all’evento sugli Smart Village di Courmayeur e AURA-EE, co-lead di AG9, ha presentato le microreti nelle aree rurali.
Le energie rinnovabili abbondano nelle aree rurali, ma dispongono di una rete più debole rispetto ai centri urbani. Nel contempo stanno emergendo comunità energetiche con nuovi sistemi di governance e un crescente interesse per le microreti comunitarie. La recente evoluzione normativa facilita la partecipazione di cittadini e comuni alle società RES e molte appartengono a cittadini. 
Le microreti possono essere definite da un gruppo di consumatori, di produttori, da sistemi di accumulo che condividono un punto comune di connessione alla rete principale e possono funzionare sia in  modalità isolata che connesse alla rete.

Le microreti perseguono vari obiettivi:

  • Aumentare la quota di RES nelle aree rurali
  • Ridurre i costi infrastrutturali
  • Ridurre le perdite elettriche
  • Fornire servizi alla rete
  • Garantire l’erogazione di elettricità durante i blackout
  • Offrire un costo minore dell’energia elettrica ai consumatori locali

Quando le comunità energetiche partecipano alle attività di una microrete, la legge francese consente la vendita diretta di energia tra produttori e consumatori locali.
Non perdete il video di Saint-Julien-en-Quint, nel sud della Francia!

 

PROSSIMI EVENTI

EVENTI EUSALP: SEGNATEVI LA DATA!